COME LO LAVO?

I capi in tessuti naturali sono delicati? diffcili da lavare? "Non dovrò mica lavare tutto a mano!" 

Si possono mettere in lavatrice?

Certo che si!

Segui i nostri consigli per il lavaggio e la cura dei capi che hai acquistato, e resteranno sempre belli nel tempo...

Come lavare i tessuti in fibre naturali?

C'è una doverosa premessa da fare, i capi in tessuti naturali e assolutamente privi di poliestere sono anche privi di tutte quelle resine e colle che vengono ampiamente utilizzate dall'industria tessile per far si che i capi non si rovinino durante i lavaggi e che non calino.
Ovviamente non avendo nulla di tutto ciò bisogna avere qualche accortezza in più nel lavarli, soprattutto se vogliamo che rimangano nel tempo soffici, traspiranti, anallergici e sani come quando li abbiamo acquistati.
Quindi non possiamo certo non dire che l'ideale sarebbe sempre lavarli...a mano.

Però...
(ovviamente) ne noi ne voi ci mettiamo a lavare a mano i capi di un intera famiglia...
Per fortuna ci sono le lavatrici che hanno  programmi "delicati" e "a mano" che vanno benissimo, e questa è una splendida occasione per imparare ad usare tutti i programmi di quella magica rotella ;-)


Quindi si alla lavatrice!! e si anche (con qualche accortezza) all'asciugatrice!
Ora ti spiaghiamo come...

Usa un detersivo naturale e delicato, meglio se vegetale, infatti quelli chimici contengono sbiancanti troppo aggressivi che con il tempo rischiano di rovinare e indebolire i capi, soprattutto quelli colorati, dato che le sono tutti tinti con sostanze vegetali e non chimiche.


Assicurati sempre che siano ben risciacquati.
I residui di sapone possono lasciare della cellulosa, la quale ossida e lascia delle grosse macchie marroni sui capi (specialmente su canapa e seta). Quindi risciacqua sempre abbondantemente.

Stendi o lascia asciugare all’aria.
Per far durare più a lungo i capi in fibre naturali, è consigliabile stendere o lasciare asciugare all’aria il capo il più spesso possibile.

 

Massima attenzione con gancetti, cerniere o gioielli! I tessuti naturali non contengono fibre plastiche quindi possono essere più delicati (a differenza della plastica che è indistruttibile), presta grande attenzione a tutti gli accessori metallici di altri indumenti che potrebbero sfregarsi e tirare i fili di capi più leggeri o sottili. A volte anche solo una cintura, un gancio di un reggiseno, una zip dei jeans, un bracciale o un anello possono "agganciare un filo" e fare danni creando buchini o piccoli strappi. 

Lava solo quando serve!
Ti stupirai di come i capi in Fibre Naturali non assorbano gli odori e di quanto e a lungo restino puliti.
Questo perchè sono fibre Vive, con un altissima rigenerazione naturale, ovvero la capacità di rilasciare tutti gli odori "non propri". A volte basta semplicemente lasciare appeso il capo all'aria qualche ora per farlo rigenerare.

 
Non usare la candeggina!
Il cloro contenuto nella candeggina macchierà immediatamente il tessuto.
Non candeggiare.
Se devi eliminare una macchia, lavora solo su quel punto usando un sapone naturale delicato e lasciando il capo asciutto al sole, che candeggerà la macchia naturalmente.
 
Evita le temperature elevate. Asciugare i capi in fibre naturali a temperature elevate (ad esempio nell’asciugatrice a temperature molto alte) li restringerà molto rapidamente. E' assolutamente possibile usare l’asciugatrice, basta evitare il troppo calore.
Un ottimo consiglio è quello di utilizzare l'asciugatrice dal secondo "asciugaggio" in poi.
La prima volta asciugalo all'aria, dalla seconda volta vai pure con l'asciugatrice, sempre comunque a basse temperature.
In genere, i capi in tessuti naturali si asciugano molto più velocemente rispetto ad altri tessuti sintetici o misti.
Spesso non è necessario aspettare a lungo prima che il capo si asciughi, soprattutto se le temperature esterne sono elevate.


Non lavare a secco
Lavare a secco restringerà e rovinerà il tessuto. Anche se è generalmente consigliabile lavare a secco gli indumenti di lusso, lo stesso discorso non vale per le fibre naturali. Nemmeno la seta non va lavata a secco.

Come stirare?
Stira i tuoi capi normalmente, l'unica cosa da ricordare è che è sempre meglio che siano al rovescio per preservare i colori.
Dopodichè ogni tessuto può essere stirato:
Seta, Lyocell, Rayon e Bambù sono talmente sottili e leggeri che basta un po di vapore, quasi non serve nemmeno appoggiarci il ferro caldo sopra... le pieghe verranno eliminate immediatamente.
Il cotone si stira in modo estremamente semplice con il ferro caldo...
La Canapa e il Lino sono tessuti un pò più resistenti ma basta stirare il capo prima che sia completamente asciutto, in questo modo eliminare le pieghe sarà molto più semplice e veloce.

Queste sono indicazioni generali, poi ogni tessuto ha delle proprie indicazioni... ecco quali
La Lana

La lana andrebbe lavata sempre a mano, senza sfregare o strizzare troppo, specie quella pregiata (Merino, Cashmere, Alpaca) ma se la tua lavatrice dispone del programma "lana" o "a mano" puoi tranquillamente usarla. L'importante è che la temperatura sia sempre inferiore ai 30° e che non venga fatta la centrifuga, oppure max 400 giri.

Sono infatti la centrifuga e lo "strizzaggio" che rovina, restringe e infeltrisce le fibre. Quindi presta attenzione.Tira fuori i capi bagnati e tamponali con un asciugamano, poi lasciali asciugare stesi in modo che il peso dell'acqua non li deformi. Importante anche il detersivo che utilizzi: sceglilo sempre vegetale (alcuni naturali contengono Lanolina apposta per i capi in lana) e risciacqua sempre benissimo! 

Evita assolutamente l'ammorbidente! E' una "patina chimica" che si deposita sul filato e a lungo andare lo rovina! 

E' assolutamente fondamentale non lavare mai la lana con lo stesso ciclo di lavaggio del cotone, se non vuoi ritrovarti un capo di 4 taglie in meno ;-)

La lana andrebbe lavata il meno possibile, solo quando serve, la lana Biologica che troverai da Lizè ancora meno! essa infatti mantiene tutta la sua Lanolina naturale (sostanza che in natura è propria del pelo della pecora e serve a mantenerla pulita allontanando batteri e parassiti) quindi ti accorgerai che spesso basta mettere il capo semplicemente fuori ad arieggiare ed esso tornerà pulito. Puoi anche vaporizzarlo con il vapore del ferro da stiro caldo o (nel caso di cappottini in lana) semplicemente spazzolarli delicatamente. 

Il Cotone Biologico

I capi in Cotone Biologico sono super morbidi proprio perchè non hanno tutte quelle colle o resine che mettono invece nel Cotone convenzionale per evitare il calo durante i lavaggi.
Quindi il Cotone Cala? Un po si, viene calcolato un calo circa del 5%, che significa neanche mezzo centimetro sul fondo.... Questo calo è naturale, normalissimo e indice anche della totale assenza di Poliestere nel tessuto.
In ogni caso in fase di confezionamento i produttori lo calcolano facendo il capo qualche cm più abbondante.
Inoltre tutti i capi Biologici sono già lavati a monte in produzione, quindi il calo qualora dovesse esserci, è davvero minimo e succede generalmente per i capi più "pesanti" quali felpe garzate, o indumenti in cotone spesso. Riguardo a T-shirt e magliette leggere il calo è pressochè nullo o quasi impercettibile.
Lava i tuoi capi tranquillamente in lavatrice fino a 40°, puoi metterli anche fino a 60° ma non sono necessarie temperature elevate in quanto le fibre naturali sono estremamente semplici da pulire.
Non aver paura di metterli anche in asciugatrice sempre con ciclo delicato e stirali senza problemi sempre al rovescio.
La Canapa
La canapa è un tessuto durevole e resistente, ma può diventare anche soffice e morbido, dipenda da... come lo lavi!

Se vuoi vuoi che mantenga le sue caratteristiche di resistenza è meglio lavarla delicatamente in acqua fredda.
Per far durare più a lungo la canapa, è consigliabile stendere o lasciare asciugare all’aria il capo il più spesso possibile.
I capi di canapa sono tra i più resistenti e durevoli che ci siano, se trattati correttamente e asciugati delicatamente all’aria


Se invece vuoi capi in canapa soffici e morbidi..
Lavali in lavatrice!
La canapa tende ad ammorbidirsi in seguito a lavaggi e usi frequenti.
Se vuoi ammorbidirla più velocemente puoi metterla nella lavatrice e nell’asciugatrice.
L’asciugatrice, tende a indebolire più velocemente la canapa facendole perdere un pò della sua consistenza e resistenza, rendendola quindi un po meno resistente ma molto più morbida!
Lava la canapa a qualunque temperatura. Se hai già lavato il capo in precedenza, puoi impostare la temperatura che preferisci. Se il capo è stato prima tinto, è consigliabile lavarlo in acqua fredda per evitare che il colore sbiadisca.
Aggiungi circa 250 ml di aceto bianco nel ciclo di risciacquo per aiutare a rimuovere tutte le tracce di sapone e per ammorbidire la canapa. L’aceto elimina anche gli odori, lasciando un piacevole profumo di pulito (l’odore di aceto svanirà dal capo una volta asciutto).
Se vuoi ammorbidirla velocemente, va bene usare qualche volta il calore dell’asciugatrice impostandola a un ciclo delicato.
La Seta

La Seta di Lizè è così pura e resistente che può essere i lavatrice!
L'unica accortezza che devi avere oltre al ciclo delicato "Seta"a max 30°, è quella di non mettere nello stesso lavaggio indumenti con zip, ganci, bottoni o "accessori" in plastica o metallo che potrebbero tirare i fili durante il lavaggio in lavatrice.
Non utilizzare l'asciugatrice, la Seta è una fibra resistentissima, seppur molto sottile, ma da bagnata è più fragile, è preferibile inserire i capi in seta nell'apposita retina per lavatrice, in questo modo la fibra resterà più protetta e perfetta.
Utilizza sempre un detersivo vegetale che si risciacqui benissimo.

Non aver paura e lava tranquillamente i tuoi capi in Seta anche in lavatrice! Con indumenti morbidi, una bassa centrifuga, e poi stendi i capi all'aria, si asciugheranno subito e rimarranno perfetti e meravigliosi nel tempo.
Lyocell, Rayon e fibre derivate dal legno
Fibre morbidissime, liscie e sottili ma soprattutto.... facilissime da lavare!
Si alla lavatrice con un programma delicato (30° sono più che sufficienti per lavare e pulire perfettamente il capo) e veloce, con detersivo naturale senza sbiancanti e candeggianti.
Asciuga all'aria (i capi in queste fibre naturali si asciugano in 10 minuti davvero!), non mettere in asciugatrice poichè il calore e lo sfregamento possono "alzare il pelo della fibra" rendendo il capo meno lucido, liscio e brillante.

E' un tessuto facilissimo anche da stirare, basta vaporizzarlo velocemente con il ferro caldo oppure stirarlo a bassa temperatura, non avrai alcun problema a togliere le pieghe!
Il Bambù
Così come il cotone è semplicissimo da lavare: in lavatrice a 30° o 40°, sempre con detersivi delicati e senza sbiancanti.
Puoi metterlo in asciugatrice, non cala, e puoi anche non stirarlo!

E' un tessuto che naturalmente non fa pieghe, se proprio devi puoi vaporizzarlo velocemente ...
In ogni caso evita di premere sopra con il ferro caldo per non lasciare segni di stiratura.
Alcuni capi in bambù possono perdere un pò di colore ai primi lavaggi, è normale e non compromette minimamente la colorazione del capo, lava insieme i colori simili.
Pelle a concia vegetale
Come si lava la pelle? Che siano scarpe, babbucce per bimbi, cinture o borse.... si ha l'esigenza di lavare anche i prodotti in pelle! ecco alcuni consigli:
la pelle può essere pulita leggermente trattando la superficie con un panno e un detergente neutro, ma in caso di macchie o sporco ostinato  può essere anche lavata in lavatrice,
come per le babbucce bimbi interamente in pelle: mettile tranquillamente in lavatrice a 30° senza centrifuga con della biancheria morbida (asciugamani o tappeti bagno così si strofina), e poi asciuga all'aria lontano dal sole diretto o fonti di calore.
Se si tratta di scarpe, cinture o sandali in pelle invece, ecco un consiglio che li farà tornare nuovi eliminando sporco residui di sudore:
mettili in ammollo in una bacinella di acqua tiepida e pochissima Amuchina (1/2 tappo per 5 lt d'acqua circa), lascia agire per 10 minuti, dopodichè spazzola la parte più sporca con una spazzolina a setole molto morbide, risciacqua abbondantemente ed asciuga all'aria. 
Carta, Fibra di Cellulosa
Ebbene si... puoi lavare anche quella!
In lavatrice, a 30° assieme a della biancheria morbida, come asciugamani ad esempio, così si strofina bene, e fai un lavaggio veloce con Esclusione centrifuga.
Se è molto sporco puoi pretrattare strofinando prima le zone più difficili con sapone di marsiglia.
Ti stupirai che appena tirata fuori dalla lavatrice il tuo accessorio in fibra di cellulosa sembri proprio "Carta bagnata"... tranquillo... stendilo all'aria e lascia asciugare... dopo qualche ora avrai nuovamente il tuo acessorio perfetto e pulito come quando l'hai acquistato!
per qualsasi dubbio o domanda non esitare a contattarci scrivendo a assistenzaclienti@lize-shop.it oppure ....

Accept

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza dell'utente. L'utente è consapevole che, se naviga sul nostro sito web, implicitamente accetta l'utilizzo dei cookie.  Leggi Informativa